inconscio-riprogrammare

Riprogrammare l’ Inconscio: La Legge dell’ Attività Subconscia

N.B.: Questo video fa parte di una serie di video tratti dal corso di meditazione svolto in aula e online a Milano in cui vediamo le grandi leggi mentali di Emmet Fox.

La Legge dell’ Attività Subconscia

Non appena la mente subconscia accetta qualsiasi idea, cerca immediatamente di farle seguire un effetto.

Usa tutte le sue risorse (e sono molte di più di quanto si pensi comunemente) per quel fine.

Utilizza qualsiasi frammento di conoscenza che hai messo insieme nella tua vita e che con ogni probabilità hai anche completamente dimenticato per raggiungere il suo scopo.

Smobilita tutti i poteri mentali che hai, la maggior parte dei quali non utilizzi coscientemente.

Allinea tutte le leggi della natura che operano dentro e fuori di te per trovare la via. A volte ha successo immediatamente nei suoi scopi, mentre in altri casi richiede un pò di tempo. A volte, invece, impiega parecchio tempo.

Questo dipende dalle difficoltà che deve superare, ma se la cosa non è veramente impossibile, il subconscio la raggiungerà una volta che avrà accettato l’idea. Questa legge è vera sia per le idee buone che per quelle cattive. Quando si usa un modo negativo, questa legge porta malattia, problemi e fallimento, e, quando si una un modo positivo, porta guarigione libertà e successo.

Da questo si evince che l’unica cosa da fare consiste nel far accettare al subconscio l’idea che vogliamo riprodurre e le leggi della natura faranno il resto. Manifesteranno un corpo in salute, circostanza armoniese ed una carriera di successo. Noi diamo gli ordini e il subconscio fa il lavoro.

Altri video della serie

  1. La legge della sostituzione mentale
  2. Calmanre la mente: La legge del rilassamento

2 commento su “Riprogrammare l’ Inconscio: La Legge dell’ Attività Subconscia

  1. mina

    carissimo, molto interessanti gli spunti ma attenzione alla semplificazione,
    ciò che rende difficile applicare queste leggi sono le resistenze, meccanismi di difesa che tutti noi abbiamo messo in atto per sopravvivere, che ci sono alla base delle nostre inconsce reazioni.
    la differenza profonda tra ipnosi e psicoterapia ipnotica è tutto lì, conoscere la mente vuol dire riconoscere anche e non solo, eventuali disturbi alla base del funzionamento.
    Per riuscire ad indirizzare la mente verso percorsi evolutivi più ampi non basta riprogrammarla, l’ipnosi direttiva dura lo spazio di un mattino… è necessario ristrutturarla. Inoltre è altamente sconsigliato indurre ipnosi se non si hanno chiare informazioni sulle persone, rischio dissociativo per alcuni può essere MOLTO ALTO.
    Comunque bravissimo per il marketing e per i contenuti yogici, avrei tanto da imparare da te!
    un caro saluto
    mina

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *